Copyright © Hellas Live di Alberto Fabbri

“Una vittoria non risolverebbe i nostri problemi”

Mandorlini parla delle qualità della squadra di Donadoni, delle condizioni della caviglia di Pazzini, dell'inizio di campionato di Sala e della visita della società in settimana a Peschiera.

“La caviglia di Pazzini non è ancora a posto e Giampaolo va gestito ma domani contro il Bologna ci sarà. Maietta? Mimmo è stato un giocatore importante per noi e sono contento di riabbracciarlo. Ci sarà poi come ex anche Donsah. Il momento di Sala? Jacopo è un giocatore determinante, ma può sicuramente fare meglio. Se abbiamo paura? Più che altro viene meno un po' la sicurezza. Come ho detto ai ragazzi, queste esperienze ci serviranno per crescere. Cll Bologna sarà un altro scontro diretto non certo facile, ma dobbiamo pensare positivo. La visita della società? Un messaggio molto importante per tutto l'ambiente. La vittoria ci permetterebbe di tirare un sospiro di sollievo, di agganciare il Bologna in classifica ma non risolverebbe tutti i problemi.
Che squadra è il Bologna? Ha buone individualità e ha speso molto in sede di mercato. Che anno sarà per l'Hellas Verona? Un anno difficile, di sofferenza e sacrificio”.

Contenuto offerto da :




Commenta la notizia

Prima di commentare, dai un'occhiata al regolamento cliccando qui.