Copyright © Hellas Live di Alberto Fabbri

Henry: “Preferisco parlare poco e dimostrare sul campo il mio valore. Di Verona mi piace tutto”

“Perché ho scelto Verona? Avevo altre offerte, ma quando ho parlato col mister e le persone che lavorano per la società, ho subito deciso di accettare la proposta dell’Hellas. Questa è una grande società, il giusto step per confermarmi nel mio secondo anno in Italia. Ho sempre e solo voluto l’Hellas. Sentire la fiducia di mister e ds è stata molto importante. Il mio obiettivo per quest’anno? Non voglio parlare troppo prima, voglio invece prima fare e dimostrare sul campo. La cosa più importante è la squadra, poi chiaro che deve segnare visto il mio ruolo. Il primo anno in Italia? È stato difficile all’inizio per me adattarmi al calcio italiano, dove ci sono i più forti difensori del mondo. Ora mi sento più completo e penso anche di essere più forte di quando sono arrivato. I tifosi al Bentegodi sono davvero impressionanti. Oggi è come un sogno per me. A Verona sono arrivato un po’ in ritardo, ma voglio trovare al più presto la miglior condizione. Simeone? È un grande attaccante che ha fatto una bellissima stagione l’anno scorso. Spero di imparare tanto da lui. Venezia-Verona dell’anno scorso? Non vorrei ricordare quel giorno… C’è stata anche l’espulsione, ma in quella partita affrontammo un grande gruppo, di qualità, capace di ribaltare una partita chiusa per noi sul 3-0 dopo il primo tempo. Il mio ruolo? Preferisco dire che sono un giocatore completo, ho giocato anche in difesa che a centrocampo. Per me l’unica cosa che conta è vincere la partita. Sono pronto a giocare in tutti i modi. La città di Verona? Ho girato un po’, è davvero bella con tifosi così caldi. Mi piace tutto. Ora dobbiamo solo pensare a lavorare tutti insieme, lavorare, lavorare e lavorare ancora. Ho la responsabilità di fare bene, ma fa parte del gioco: sono pronto e volevo proprio questo. Coppola? Me lo ricordo bene contro di noi, un giovane davvero forte fisicamente che davanti ha un futuro molto bello. È stato difficile al Bentegodi contro di lui. Mi auguro che si ripeta anche quest’anno” ha dichiarato in conferenza stampa l’attaccante Thomas Henry.

Contenuto offerto da :




Commenta la notizia

Prima di commentare, dai un'occhiata al regolamento cliccando qui.

7 Commenti

  1. Alberto

    Ma secondo voi tutte queste voci di vendita sono fondate?hellas live ha scritto che lazovic è praticamente già da tudor tramite fonti?ma chi sono queste fonti ?e perché non vengono mai scritti nomi e cognome di chi sa le fonti?grazie e scusate lo sfogo

  2. mauryhellas

    Ben arrivato a verona Henry belle parole della società e del carpigiano te ne accorgerai strada facendo e un volta bandiera FALSO COME GIUDA solo bla bla bla .ti avrà parlato dei progetti Tutta FANTASCIENZA SETTI BUFFONE

  3. Caro mio puoi anche parlare chi sta venendo qui è un giocatore da B…forse tu sei il meno peggio ma purtroppo qui sembra un mercato. Marroccu e Setti miserabili

Commenta